Offcanvas

Sezioni

Edit Template
Offcanvas

Please select a template!

Informativa su assegni, conti, risparmi e sicurezza nei pagamenti online

Dal 4 luglio 2017 è entrato in vigore il provvedimento che recepisce la quarta direttiva comunitaria antiriciclaggio (Dlgs 90/2017). Il primo effetto della nuove norme antiriciclaggio è che gli assegni superiori a 1000 euro che non riportano la scritta “non trasferibile” sono considerati fuori legge.

Informativa su assegni, conti, risparmi: nuove norme antiriciclaggio

A subirne le conseguenze, però, non sono stati delinquenti incalliti, ma ignari clienti delle banche che hanno provato a pagare il conto del notaio o hanno acquistato un nuovo elettrodomestico con vecchi blocchetti che avevano in casa e che naturalmente non riportano la scritta “non trasferibile”.

La distrazione, chiamiamola così, costa cara: implica multe salatissime che oscillano da un minimo di 3mila a un massimo di 50mila euro. E anche l’oblazione, ossia il meccanismo con cui si riconosce la dimenticanza, l’errore o la svista nel momento in cui arriva la contestazione e quindi si accetta di pagare senza obiezioni, è molto salata: il margine di oscillazione è da un terzo della sanzione massima (16.666 euro) al doppio della minima (ossia 6mila euro) entro 60 giorni dalla contestazione che viene effettuata dagli uffici del ministero dell’Economia.

Senza dimenticare che la sanzione colpisce sia chi emette l’assegno che chi lo riceve; l’unica ipotesi è di inviare osservazioni al Ministero dell’Economia e delle Finanze per spiegare l’errore e la propria buona fede e cercare di ottenere una riduzione della sanzione.

Il problema è che non si tratta di casi isolati, ma vi sono in circolazione migliaia di assegni ancora con la dicitura “non trasferibile” pare ci sia allo studio un decreto legislativo in extremis che dovrebbe correggere la norma e annullare le sanzioni emesse dopo il 4 di luglio.

Intanto l’Abi tenta di aiutare consumatori e risparmiatori a non essere vittime delle maxisanzioni con un vademecum e un’utile infografica riassuntiva.

 

Informativa su assegni, conti e libretti risparmio e deposito riguardo le nuove norme antiriciclaggio.

Avv. Maria Stella Anastasi, Vice Presidente Nazionale

Esplora argomenti

Più popolari

  • All Posts
  • #educo - Educazione Per Un Consumo Consapevole
  • #iosonoriginale
  • Alimentazione e salute
  • Assicurazioni
  • Casa
  • Commercio Online
  • Energia
  • Eventi - Convention - Workshop
  • Fisco
  • Notizie di tendenza
  • Progetti
  • Risparmio
  • Servizi Pubblici
  • Telefonia E Media
  • Uncategorized

Ricerca per categorie

Chi siamo

La Lega Consumatori, nata nel 1971 dalle Acli Milanesi in un’epoca di cambiamento sociale, si è sviluppata come movimento educativo e sociale cristiano, impegnato nel servizio, nell’informazione e nella proposta sociale e politica. È diventata la seconda associazione di consumatori in Italia, contribuendo al percorso consumeristico nazionale e all’introduzione della conciliazione paritaria come modello ADR. Si impegna con istituzioni e imprese per il bene comune e la sostenibilità, promuovendo un ruolo attivo dei consumatori come portatori di interessi nel contesto della globalizzazione, ispirandosi ai principi di equità e solidarietà.

Potresti aver perso...

  • All Posts
  • #educo - Educazione Per Un Consumo Consapevole
  • #iosonoriginale
  • Alimentazione e salute
  • Assicurazioni
  • Casa
  • Commercio Online
  • Energia
  • Eventi - Convention - Workshop
  • Fisco
  • Notizie di tendenza
  • Progetti
  • Risparmio
  • Servizi Pubblici
  • Telefonia E Media
  • Uncategorized
© 2024 Sito Ufficiale della Lega Consumatori | Sede Nazionale e Regionale – Via Orchidee 4/a, 20147 Milano | Privacy PolicyCookie Policy Powered by nb⁴